Responsabilità...

×

Messaggio di avvertimento

The service having id "facebook_widget" is missing, reactivate its module or save again the list of services.

[...] I vulnerabili non riescono ad attuare un'efficace azione di rivalsa 
(legale), mentre i potenti manipolano le leggi per mantenere il potere e 
accumulare ricchezze. A volte persino l'inevitabile lotta contro il 
terrorismo è un mezzo per violare arbitrariamente le libertà civili. A 
livello internazionale tutti gli stati - deboli e forti, piccoli e grandi - 
necessitano una struttura di regole giuste, e ognuno dovrà esser certo che 
gli altri le rispetteranno. Fortunatamente tale struttura esiste. Dal 
commercio al terrorismo, dalle leggi marine alle armi di distruzione di 
massa, gli Stati hanno creato un impressionante corpus di regole e leggi. 
Questo è uno dei quattro risultati della nostra organizzazione di cui 
essere orgogliosi.
Eppure questa struttura è crivellata di buchi e debolezze. Troppo spesso è 
applicata in maniera selettiva e rinforzata in maniera arbitraria. Le 
mancano gli strumenti che trasformino un insieme di leggi in un effettivo 
sistema legale. Laddove la capacità di rafforzamento esiste, come nel 
Consiglio di Sicurezza, molti pensano che questa non sia utilizzata in 
maniera giusta o efficace. Laddove i principi di legge sono estremamente e 
con forza invocati, come nella Commissione dei Diritti Umani, coloro che li 
invocano non sempre praticano quello che predicano. Coloro che cercano di 
concedere legittimità devono incarnarla essi stessi; e coloro che invocano 
le leggi internazionali devono essi stessi rispettarle. Allo stesso modo in 
cui, all'interno di un paese, il rispetto per la legge dipende dalla 
capacità di tutti di metterlo in pratica e attuarlo, così deve essere nella 
nostra comunità globale. Nessuna nazione deve sentirsi esclusa. Ognuno deve 
sentire che le leggi internazionali gli appartengono e proteggere i propri 
interessi legittimi. Principi di legge quali meri concetti non sono 
sufficienti. Le leggi devono essere messe in pratica e permeare la struttura 
delle nostre vite [...]
Kofi Annan - Discorso presso la Commissione ONU per i diritti umani, Ginevra 7 aprile 2004 
 
Fonte http://www.peacelink.it/conflitti/a/7076.html

Accesso utente