Il libraio di Kabul, pp.101-105

×

Messaggio di avvertimento

The service having id "facebook_widget" is missing, reactivate its module or save again the list of services.

 
Quanto segue è estrapolato dal best seller "Il libraio di Kabul" che vi consiglio di leggere.
 
Quando i talebani invasero Kabul, nel settembre del 1996, sedici decreti furono trasmessi via etere da Radio Sharia. Una nuova epoca era iniziata.
 
1. Divieto del nudo femminile È proibito ai tassisti far salire sulla propria autovettura donne che non indossano il burka. Nel caso in cui lo facciano, verranno incarcerati. Nel caso in cui donne senza burka vengano viste per la strada, si andrà a casa loro e si puniranno i loro mariti. Nel caso in cui le donne indossino abiti provocanti o che attirano l'attenzione e non siano accompagnate da parenti stretti di sesso maschile, i tassisti non potranno farle salire sulla propria autovettura.
 
2. Divieto della musica Audiocassette e musica sono vietate nei negozi, negli alberghi, sui mezzi di trasporto e sui risciò. Nel caso in cui vengano scoperte audiocassette in vendita, l'esercizio in questione verrà chiuso e il proprietario incarcerato.
 
 
3. Divieto di rasarsi Chiunque abbia la barba rasata o tagliata verrà incarcerato fino a che la barba non ricrescerà raggiungendo la lunghezza di un pugno.
 
4. Obbligo della preghiera Si pregherà in momenti prestabiliti in tutti i distretti. Il momento preciso in cui recitare le preghiere verrà comunicato dal ministero per la Repressione del Vizio e la Promozione della Virtù. Quindici minuti prima della preghiera tutti i trasporti devono essere sospesi. È obbligatorio andare alla moschea per recitare le preghiere. Se dei giovani verranno visti aggirarsi nei negozi, questi saranno immediatamente incarcerati.
 
5. Divieto nei confronti degli uccelli domestici e delle lotte tra uccelli Questo passatempo deve cessare. Piccioni e uccelli utilizzati in giochi e lotte verranno uccisi.
 
6. Eliminazione delle sostanze stupefacenti e di chi ne fa uso Chi fa uso di sostanze stupefacenti verrà incarcerato e si indagherà per risalire alla persona che gliele ha vendute e al luogo in cui sono state acquistate. Il posto in questione verrà chiuso, il suo proprietario e l'acquirente di sostanze stupefacenti verranno incarcerati e puniti.
 
7. Divieto di far volare gli aquiloni Far volare gli aquiloni ha conseguenze inutili quali le scommesse, la morte dei bambini e l'assenza dalle lezioni scolastiche. Le botteghe che vendono aquiloni verranno chiuse.
 
8. Divieto delle immaginDa mezzi di trasporto, botteghe, abitazioni, alberghi e qualunque altro luogo dovranno essere rimossi illustrazioni e ritratti. I proprietari dovranno distruggere tutte le immagini. Ai mezzi di trasporto con raffigurazioni di esseri viventi sarà impedita la circolazione.
 
9. Divieto del gioco d'azzardo Si scoveranno i centri in cui si gioca d'azzardo e i giocatori verranno incarcerati per un mese.
 
10. Divieto nei confronti delle acconciature in stile inglese e americano Gli uomini con i capelli lunghi verranno arrestati e portati al ministero per la Repressione del Vizio e la Promozione detta Virtù ove gli saranno tagliati. Al criminale verrà addebitato il costo del barbiere.
 
11. Divieto del prestito a interesse, dei tassi sul cambio di valuta e delle imposte di tassazioneQueste tre tipologie di scambi pecuniari sono vietate dall'isiam. Nel caso in cui qualcuno contravvenga a tali regole, verrà incarcerato per un lungo periodo.
 
12. Divieto di lavare i panni lungo le sponde dei fiumi cittadini Le donne che contravverranno a questa legge saranno prelevate con le rispettose maniere islamiche e riportate nelle loro abitazioni dove i mariti verranno severamente puniti.
 
13. Divieto di musica e danze in occasione di festeggiamenti nuziali Nel caso in cui si contravvenga a tale divieto, il capofamiglia verrà incarcerato e punito.
 
14. Divieto di suonare tamburi e tamburelli Nel caso in cui qualcuno venga sorpreso a suonare tamburi o tamburelli, sarà il consiglio religioso degli anziani a stabilire la punizione che si merita.
 
15. Divieto per i sarti di confezionare abiti da donna e prendere le misure alle donne Nel caso in cui vengano trovate riviste di moda nella bottega di un sarto, questo verrà arrestato.
 
16. Divieto delle arti magichTutti i libri sull'argomento verranno bruciati e gli uomini che le praticano saranno incarcerati fino a che non si dichiareranno pentiti.
 
 
Oltre a questi sedici punti venne letta anche una specifica esortazione diretta alle donne di Kabul:
 
Donne, non dovreste lasciare le vostre abitazioni. Nel caso in cui lo facciate, non dovreste essere come quelle donne che indossavano vestiti alla moda e si truccavano molto e facevano mostra di sé davanti a ogni uomo prima che l'Islam arrivasse nel Paese.L'Islam è una religione salvifica e ha stabilito che alla donna si confa una dignità particolare: le donne dovranno fare in modo che non sia possibile attirare su di loro l'attenzione di uomini disonesti che le guardino con occhio malvagio. Le donne hanno la responsabilità di educare e tenere unita la propria famiglia e di provvedere al cibo e ai vestiti. Nel caso in cui una donna debba lasciare la propria abitazione, deve coprirsi come previsto dalla sharia. Nel caso in cui una donna vada vestita con abiti alla moda, decorati, attillati e attraenti per far mostra di sé, verrà maledetta dalla sharia islamica e non potrà aspettarsi di andare in paradiso. Sarà minacciata, indagata e severamente punita dalla polizia religiosa così come dagli anziani della famiglia. La polizia religiosa ha il dovere e la responsabilità di combattere queste piaghe sociali e continuerà il suo operato fino a che il male non verrà completamente estirpato.
 
Allahu akbar - Dio è grande.
 
(Il libraio di Kabul, pp.101-105)

Accesso utente