Educazione civica & conoscenza "Separazione bancaria"

×

Messaggio di avvertimento

The service having id "facebook_widget" is missing, reactivate its module or save again the list of services.

Lo scopo della Legge di iniziativa popolare è quello di porre fine alla politica dei salvataggi bancari in atto dal 2008, da quando con lo scoppio delle grandi bolle speculative sui mercati finanziari gli stati e le banche centrali hanno iniziato a finanziare le grosse banche con liquidità quasi illimitata, imponendo allo stesso tempo pesanti sacrifici alla popolazione di paesi già in difficoltà. Questa politica è stata giustificata dicendo che è necessario salvare le banche per evitare il tracollo del sistema finanziario e dell’economia.
 
Tuttavia, questa “necessità” nasce dal fatto che le operazioni bancarie ordinarie, quali i conti correnti e i prestiti alle famiglie e alle imprese, vengono svolte dalle stesse banche che operano nei settori più speculativi dell’economia mondiale e che sono coinvolte nella grande bolla degli strumenti derivati, grande ormai decine di volte l’economia reale. L’unico modo per evitare questa commistione, che obbliga i cittadini a partecipare alle perdite del gioco d’azzardo della grande finanza, è di separare le banche commerciali (ordinarie) dalle banche d’affari (speculative).
 
Tale separazione già vigeva in Italia fino al 1993, in applicazione del principio della famosa legge Glass-Steagall attuata negli Stati Uniti sotto la presidenza di Franklin Delano Roosevelt nel 1933. La raccolta firme, proposta da CLN e a cui aderisce anche il Partito Italia Nuova, mira a creare una crescente sensibilità popolare su questo tema, in modo da costringere le istituzioni ad assumersi le proprie responsabilità.
 
Occorre mobilitare il numero più alto possibile di associazioni, movimenti, comitati e cittadini in genere per avere la garanzia di non essere più chiamati a salvare chi gioca d’azzardo mettendo a repentaglio il nostro futuro. Iniziative simili sono in corso anche negli Stati Uniti, per far approvare in tempi brevi il disegno di legge per il ripristino del Glass-Steagall Act di Roosevelt presentato al Congresso da Marcy Kaptur (democratica) e Walter Jones (repubblicano), a cui il CLN ha scritto in questi giorni (vedi “Messaggio al Congresso americano da MoviSol e CLN sulla separazione bancaria”). Gli esempi del disastro rappresentato dalla politica dei salvataggi bancari sono davanti ai nostri occhi, dalle economie in caduta libera al rischio di disordini sociali e derive totalitarie. Il Partito Italia Nuova, il Comitato di Liberazione Nazionale e tutti coloro che intendono prendere parte a questa iniziativa, vogliono difendere la sovranità della nazione e del popolo, attraverso questa proposta di legge che potrà fare molto per proteggere l’economia reale e la vita dei cittadini dalla distruzione della finanza speculativa.
 
http://www.partitoitalianuova.it/separazione-bancaria-raccolta-firme

Accesso utente